NEWS

Gli incantatori di serpenti”, dell’autore Simon Smeraldo, edito per la casa editrice Caosfera, na raccolta di racconti ispirati in buona parte agli Arcani Maggiori dei Tarocchi e in parte alla visione alchemica della vita. Il libro verrà presentato giovedì 2 marzo 2017 alle ore 20.30 presso la Libreria Scienza dei Magi a Modena (viale Storchi 339/341).

smeraldo_gli-incantatori-di-serpentiStorie che raccontano uno squarcio su realtà definite “altre”, che sempre vanno a insistere sul coinvolgimento della psiche con mondi paralleli, dove i protagonisti come in una sorta di percorso onirico si trovano stretti nel dilemma tra vita ordinaria e impresa straordinaria, tra quieto vivere e slanci di conquista di vette lontane. Storie in bilico tra spunti di lirismo assoluto e pastoso umorismo, tra profonde meditazioni e scanzonata allegria.

Questa raccolta di racconti, dai toni ora marcati ora sinuosi, corposi o delicati, tragici o giocosi,  copre un vasto territorio borderline della coscienza, scambiando spesso i ruoli tra quella che comunemente viene definita – con molta approssimazione – “realtà” e un altro sentire, un altro esperire. In sostanza si tratta della presenza di mondi “altri” sempre presenti attorno a noi, senza che, il più delle volte, ce ne accorgiamo: quel “nessun dove” reso celebre da Samuel Butler nel suo paradigmatico racconto Return to Erewhon.

Un “nessun dove” che paradossalmente si svela – nel libro di Simon Smeraldo – in un avvicendamento serrato di luoghi geografici e tempi cronologici, senza mai concedere spazio alla pedanteria dei dettagli. Situazioni lontanissime e diversissime tra loro, eppure legate da un comun denominatore: l’intervento  dell’imprevedibile imprevisto, l’affacciarsi di un’altra dimensione di pensiero (o meglio dell’essere) sulla nostra. Un fattore che spesso, se non sempre, interviene in modo risolutivo e finalistico nelle vicende dei protagonisti di questi racconti. Siano essi avventurieri di professione o funzionari di stato, imperatori o papi, donzelle virtuose o donne navigate, il calarsi nella loro realtà di un elemento non facilmente catalogabile secondo i parametri della razionalità testimonia a ciascuno di loro il senso lontano/vicino di altre presenze, altre oggettività che non la nostra.

Il personaggio principale del racconto incontrerà di volta in volta in loro un alleato formidabile oppure la sua inevitabile nemesi, comprendendo che il limite sottile che separa noi da un altro mondo è troppo labile per non valicarlo quando serve: e che le presenze, da lui stesso evocate anche senza volerlo – poiché in fin dei conti risiedono in lui stesso –  possono entrare a far parte, in qualsiasi momento, della vita quotidiana….con risultati sempre e comunque sorprendenti, nel bene come nel male.

Dalla Francia del Medioevo alla Louisiana dei tempi presenti, dalla lontana epoca del disfacimento dell’impero romano all’atmosfera romantica della Germania ottocentesca, dalla Svizzera moderna alla Roma rinascimentale, la narrazione si snoda attraverso tutta una serie di ambientazioni e vicende i cui interpreti non sono mai personaggi in cerca d’autore, bensì dei capolavori umani in corso d’opera, pronti a trasformarsi nell’archetipo che a loro corrisponde quando la voce dell’anima chiama. E non c’è remissione: o la si segue o si sparisce dalla scena, cancellati dall’oblio perpetuo di ciò che “avrebbe potuto essere” ma mai è stato.

Simon Smeraldo è nato a Reggio Emilia, frequenta la facoltà di Lettere e Filosofia a Firenze con indirizzo psicologico, per poi approdare nel mondo del teatro d’avanguardia. Collabora poi con un’organizzazione umanitaria con la quale ha vissuto  svariati anni in America Latina e nel Sud Est Asiatico, svolgendo mansioni di traduzione e interpretariato, contribuendo anche alla produzione e diffusione di pubblicazioni e supporti audio-video educativi per l’infanzia e spettacoli musicali. Terminata questa esperienza, si è dedicato alla scrittura, pubblicando un romanzo a sfondo storico-esoterico incentrato sulla figura di Pitagora. Vive a Gubbio, in Umbria.

ACQUISTA IL LIBRO

Emozioni parallele”, della scrittrice romana Luisanda Dell’Aria, edito per la casa editrice Caosfera, è la storia di un amore profondo e travagliato raccontato in prima persona dalla protagonista, Vittoria. Il libro verrà presentato mercoledì 22 febbraio 2017 alle ore 19.30 presso la Libreria Assaggi di Roma (via degli Etruschi 4).

dell-aria_emozioni-paralleleIl romanzo “Emozioni Parallele”, uscito prima in self publishing nel settembre 2012, è stato apprezzato e recensito su diversi siti (Amazon, La Feltrinelli, il piacere di scrivere, Il Salvagente, ilmiolibro.it…), e a fine 2016 ha conquistato la casa editrice Caosfera. Il prossimo 22 febbraio alle 19.30 verrà presentato a Roma, presso la Libreria Assaggi, in via degli Etruschi 4. La presentazione sarà introdotta e moderata dalla dott.ssa Virginia Piccolillo, giornalista del Corriere della Sera. Oltre all’autrice, saranno presenti lo psicologo Luca Morviducci e l’attore Luigi Petrucci, che leggerà alcuni brani del libro.

Vittoria, Alfredo, Sara, Leone, “emozioni parallele”, quattro cuori che s’incontrano e s’intrecciano, si strattonano e si feriscono, cercando di raggiungere il proprio sogno ad ogni costo, in un fluire emozionale di coincidenze e casi nell’illusione di essere autori della propria storia.

Luisanda Dell’Aria è nata a Roma, dove vive, nel 1961. E’ funzionario dello stato impegnato nella pubblica amministrazione, nella quale crede profondamente, da più di trent’anni. Ha pubblicato, in e-book i racconti: Innocente, Una storia semplice, Lui e lei, Amanti, Matrimonio al buio, Laura, Quel signore alla mia sinistra, La favola di Vita mia e Ciccio amore. Inoltre il suo racconto Dieci anni è presente nell’antologia del mistero, del grottesco e della follia Dritto al cuore (Galaad Edizioni), a sostegno della Fondazione Bambin Gesù Onlus. Con il racconto Il commissario ha vinto il concorso letterario “Parole per strada” edito dall’Associazione culturale Il Furore dei Libri per la realizzazione dell’antologia 100 racconti Città di Rovereto, dal tema “Lasciami andare”.

Acquista il libro

Io, Escort (Coasfera), romanzo dei due giovani scrittori fiorentini Manuele Potito e Michel Manetti, è una storia cruda sulla prostituzione maschile: il lato nascosto del mercato del sesso.

Il libro sarà presentato presso la libreria Feltrinelli a Firenze (via Dei Cerretani 40r) venerdì 20 gennaio 2017 alle ore 18.00.
Interverranno Pierfrancesco Favino e Alberto Di Mauro (NICE Festival).

Viviana Della Pietra, scrittrice non nota, è da tempo in crisi espressiva. Intorno ai sessant’anni decide di ritirarsi in un paesetto del Sud Italia in una villetta isolata. Qui spera, in solitario raccoglimento, di ritrovare l’ispirazione.
Dopo il lungo silenzio vorrebbe scrivere il grande romanzo della sua vita; l’opera matura, di ampio respiro, una sorta di testamento spirituale.
Varie vicende ma soprattutto un senso doloroso di inanità, glielo impediscono. La crisi espressiva, fra alti e bassi, durerà fino alla morte.

L’autrice

Carla Pittaro, torinese, vive attualmente a Padova. Ha lavorato nel giornalismo, nel settore pubblicitario e nell’insegnamento. I suoi racconti sono stati pubblicati su riviste e quotidiani. Ha pubblicato un romanzo, Pubertà (Carucci Editore, 1958) e una raccolta di poesie, Male di vivere, Male di morire (L’Autore Libri, 1994).

ACQUISTA ONLINE

Il volume, edito da Altromondo editore, propone un percorso per trovare la nostra migliore condizione interiore.

Si terrà giovedì 28 aprile alle ore 19.00 presso il Circolo Tennis Vicenza (Strada Sant’Antonino 63), la presentazione del libro di Fabrizio Nizzoli “Ho toccato la felicità”, edito dalla casa editrice vicentina AltroMondo. L’autore, che si occupa di promozione finanziaria e selezione, presenterà il libro nel workshop “Sport e Salute” organizzato nell’ambito dell’iniziativa “Primavera della salute e dello Sport al CTV” che parla di salute, stili di vita sani e sport.

Ho toccato la felicità” tratta un metodo sperimentato personalmente dall’autore, il quale ha utilizzato come punto di partenza lo sport, in particolare le arti marziali. In realtà gli stessi insegnamenti sono presenti in molti ambiti diversi, anche questi affrontati nel libro. La costanza nell’applicarsi rendono possibile mettere insieme i pezzi di un puzzle molto complesso, noi stessi, per migliorare il proprio atteggiamento e puntare decisi al raggiungimento di una felicità piena.

Fabrizio Nizzoli, laureato in giurisprudenza, ha iniziato la sua attività lavorativa in banca ma, non amando i compromessi, nel 2012 ha deciso di diventare Consulente Finanziario libero professionista. Negli anni ha compreso che parlare di patrimonio senza considerare le persone nel loro insieme non ha significato alcuno. Per questo, grazie anche alla passione per gli studi che ha portato avanti negli ultimi anni e alle persone che ha incontrato, la sua attenzione si è spostata sulla comprensione degli altri, sulle loro esigenze, sul raggiungimento degli obiettivi. Tutto questo grazie anche al Master in Counseling in comunicazione e psicosomatica conseguito presso UNIPSI di Torino.

Durante il workshop “Sport e Salute” di giovedì 28 aprile, oltre all’autore, interverranno Nicola Curti, Manuel Breda, Stefano Orso, Claudio Randon ed Enrico Caveggion. L’ingresso è libero, si consiglia di confermare la partecipazione alla segreteria (0444 923481, info@circolotennisvicenza.it)

Tutti gli eventi dell’iniziativa “Primavera della salute e dello sport al CTV” si svolgono presso il Circolo Tennis Vicenza e sono organizzati e promossi da HP-LAB, nell’ambito del Progetto Europeo Erasmus+ “Health Promotion at Sport Clubs”. HP-Lab nasce come vero e proprio laboratorio di nuove idee e progettualità, per promuovere la salute in ambito sportivo. Si tratta di un’opportunità di confronto per coaches, sport managers, educatori ed esperti per migliorare le proprie conoscenze e sviluppare nuove iniziative per la salute: uno spazio di incontro e di scambio di competenze e buone pratiche. Il progetto dimostra così che anche uno sport club può fare la sua parte nella promozione della salute, e contribuendo al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla  “EU Physical activity guideline” e della “Council Recommendation on promoting health-enhancing physical activity across sectors”, attraverso iniziative che raggiungono direttamente i beneficiari finali e generano maggiore conoscenza e consapevolezza del valore dello sport e dell’attività fisica per la salute, l’economia e la società in generale.

Acquista il libro

Visualizza la locandina di tutti gli eventi “Primavera della Salute”

Il volume, edito da Il Torchio, è una raccolta di monologhi di personaggi femminili accattivanti e variopinti pensati per la messa in scena teatrale

Si terrà a Roma, mercoledì 20 aprile alle ore 18.30 presso la Libreria Arion Testaccio (Piazza Santa Maria Liberatrice 23-26), la presentazione del libro di Emanuela Panatta, Civico 33, edito dalla casa editrice padovana Il Torchio.

Durante la sua carriera artistica cominciata negli anni ’90, Emanuela Panatta partecipa come ballerina a numerosi varietà Rai quali Numero uno, Per tutta la vitaIl paese delle meraviglie, La casa dei sogni; studia recitazione e conduce per alcuni anni Cartoon Network, programma per bambini. Oggi continua a lavorare nel mondo dello spettacolo; è docente di movimento scenico e si dedica alla realizzazione di progetti indipendenti.

Il libro contiene le voci di tante donne, inquiline di un immaginario palazzo al civico 33, rappresentato in copertina. Un crocevia dell’universo femminile in cui svariate tipologie di donne ben caratterizzate (l’arrabbiata, l’idealista, la crocerossina, l’alternativa, la precaria, l’innamorata, la golosa e l’arrivista) si raccontano in chiave tragicomica. Sono monologhi che ben si presterebbero a una trasposizione in chiave teatrale.

Una sezione del libro è dedicata al “punto di vista degli uomini”: si tratta di una raccolta di testi scritti da attori, autori e registi, come Ignazio Oliva, Giulio Stasi, Cristiano di Calisto che “raccontano” l’universo femminile visto “da un altro mondo” … quello maschile.

La terza sezione del libro racchiude, infine, Ale e Noa e Lo Sbaglio, atti unici per due o tre attori.

Durante la presentazione intervengono Francesca Ceci, Giorgia Trasselli, Barbara Bonanni e Pamela Petrarolo. Modera Rocco Ciarmoli. Sono presenti, inoltre, l’autrice e l’editore. Al termine dell’evento sarà offerto un aperitivo.

Sabato 2 aprile alle ore 17.00 presso la Libreria Tornalibro a Pisa (Vicolo Quarantotti, 3) si terrà la presentazione del libro “Diario di viaggi in pentola” di Ines Manca, edito dalla casa editrice Il Torchio.

Diario di viaggi in pentola“, edito da Editrice Il Torchio, è una raccolta di racconti e ricette di cucina provenienti da tutto il mondo. Nel volume sono riportate le istruzioni per la preparazione delle più disparate pietanze: si può spaziare dalla “Feijoada” di Trancoso, alla “Nockrel” di Salisburgo, dal nostrano “Cacio e pepe”, fino al raffinato “Croque Monsieur” parigino o al più comune “Hot dog” di New York.

Non si tratta soltanto di un semplice prontuario di cucina: ognuna delle ricette è infatti preceduta da un breve racconto che contestualizza il piatto presentato. La narrazione, in cui la pietanza diventa protagonista, è seguita dalla ricetta originale e da quella “rivisitata” con indicati ingredienti e preparazione. È riportata, infine, la storia del piatto, con la descrizione della sua origine, delle leggende e di alcuni aneddoti ad esso correlati.

Il volume è arricchito da vivaci illustrazioni su carta colorata in tema con le ricette e il particolare formato ad anelli consente al cuoco/lettore di togliere le schede per poter sperimentare agevolmente le ricette.

Un libro che non può quindi mancare in ogni cucina fantasiosa, creativa… e internazionale!